D-Mask apre le porte per un futuro High-Tech di immersioni e snorkeling

620
0

Come per gli sport più affermati e le attività all’aria aperta, anche l’attrezzatura per immersioni subacquee e snorkeling è in continua evoluzione, sebbene la vera innovazione sembra arrivare molto lentamente. Ma un designer cinese, ZJ-DDG, ha presentato un nuovo concept design per una maschera subacquea, D-Mask, che ha il potenziale di portare una svolta in questo campo, grazie all’implementazione di una serie di tecnologie interessanti.

Il primo grande cambiamento della D-Mask è la perdita del tradizionale design di maschera da sub in favore di qualcosa di molto più elegante e versatile. Invece di coprire solo gli occhi e il naso, la nuova maschera avvolge tutto il viso, fissandosi sopra la fronte e sotto la bocca, per un campo visivo a 180 gradi. Si dice, inoltre, che fornisca una vestibilità più comoda grazie al maggior numero di punti di contatto con il volto. Anche la respirazione dovrebbe essere migliore, in quanto il respiratore non è collegato alla bocca ma direttamente alla maschera.

D-Mask: concept della maschera subacquea del futuro

L’ampia lente in vetro offre molto di più di una semplice visione ampliata, ma può anche servire da punto di proiezione per un display head-up integrato. In questo modo si potrebbero avere informazioni proiettate davanti agli occhi come profondità, posizione, livelli di ossigeno rimanenti, temperatura dell’acqua e altri dati importanti, rendendo più facile tenere traccia di tali variabili.

Altre caratteristiche interessanti includono un sistema audio per ascoltare musica ed effettuare comunicazioni bidirezionali con altri subacquei o collegarsi direttamente con la barca in superficie. La D-Mask è inoltre dotata di un LED di illuminazione ed integra una fotocamera digitale per registrare ogni azione. Esiste inoltre un’applicazione mobile per smartphone per creare playlist, controllare le statistiche e condividere foto e video sui social media.

Poiché si tratta solo di un concept, non si può ancora dire se e quando la D-Mask sarà trasformata in un prodotto reale. ZJ-DDG ha ammesso che ci sono ancora alcuni ostacoli da superare, compreso il modo di evitare l’appannamento interno. Tuttavia, se dovesse andare in produzione, si tratterebbe di un dispositivo molto interessante per la comunità subacquea.