Google e Amazon preparano l’alternativa agli AirPods, Apple investe su nuovi sensori

Sebbene esistano già diverse alternativa agli AirPods sul mercato, il noto analista Apple, Ming-Chi Kuo crede che potrebbero presto aumentare.

315
0
airpods amazon

Sebbene esistano già diverse alternativa agli AirPods sul mercato, il noto analista Apple, Ming-Chi Kuo crede che potrebbero presto aumentare. Facendo riferimento ad alcuni rapporti delle supply chain, Kuo suggerisce che sia Google che Amazon starebbero preparando i due diretti concorrenti degli auricolari di Apple.

Tuttavia, l’analista ritiene che la compagnia di Cupertino non resterà ferma a guardare, ma continuerà a mantenere il proprio vantaggio sul mercato introducendo nuovi sensori per la salute. “Google e Amazon saranno i principali avversari di Apple nel mercato degli AirPods; Goertek e Unitech sono gli unici fornitore per le due aziende a produrre dispositivi simili”, afferma Kuo.

Apple brevetta AirPods universali per avvantaggiarsi su Amazon e Google

L’analista ritiene che il grande successo degli AirPods abbia attirato a tal punto l’attenzione delle due società americane da spingerle a produrre le proprie versioni nel 2019. Le spedizioni di entrambi i marchi potrebbero raggiungere tra le 10 e le 20 milioni di unità il prossimo anno.

Il motivo principale per cui Google e Amazon saranno i principali concorrenti di Apple è perché il colosso di Mountain View è il marchio più influente nell’ecosistema Android, mentre la società di commercio elettronico offre il miglior servizio di assistente virtuale.

Come generalmente accade con i dispositivi Apple, la compagnia di Cupertino non è stata la prima ad introdurre sul mercato auricolari interamente senza fili. Bragi è stata la prima, tuttavia, la società californiana è stata in grado di trasformare il fattore forma in prodotto di massa, con un processo di abbinamento semplice, ottime prestazioni del microfono, eccellente durata della batteria e un design che ha conquistato gli utenti.

Apple ha contribuito a stimolare il mercato, infatti, sono disponibili una vasta gamma di alternative agli AirPods a prezzi più bassi e più alti, inclusi cloni cinesi. Questi vanno da prodotti economici, fino a modelli di fascia alta prodotti da aziende come Bang & Olufsen, Bose e Master & Dynamics.

L’analista si aspetta che Apple possa rispondere ad una maggiore concorrenza con l’implementazione di nuove funzionalità, tra cui l’introduzione della ricarica wireless già a partire dal prossimo anno, e un modello riprospettato completamente nel 2020. Vi lasciamo al nostro articolo per tutti i dettagli.

Tra le altre funzionalità si è parlato anche di un supporto per Hey Siri, impermeabilità ad acqua e sudore e secondo un brevetto pubblicato ieri, la possibilità di assistere ad AirPods intercambiabili, attraverso l’implementazione di un sensore biometrico in grado di riconoscere l’orecchio destro dal sinistro per orientare di conseguenza il suono.

Inoltre, è possibile che Apple includerà anche un nuovo sensore per il rilevamento di vari dati sulla salute, tramite una probabile integrazione con Apple Watch per offrire una migliore gestione in futuro. Kuo ripete le sue previsioni, secondo le quali le spedizioni di AirPods aumenteranno da 26-28 milioni a 50-55 milioni il prossimo anno, superando i 100 milioni entro il 2021.