Microsoft batte Apple, sorpasso nel finale a Wall Street

Dopo un precedente falso allarme, Microsoft ha ufficialmente completato il sorpasso di Apple come società più capitalizzata nel mercato globale, anche se di poco

220
0
microsoft apple

Dopo un precedente falso allarme, Microsoft ha ufficialmente completato il sorpasso di Apple come società più capitalizzata nel mercato globale, anche se di poco. Le due società americane si sono scambiate più volte la prima posizione nel corso degli ultimi due giorni, con AAPL rimasta al vertice fino all’ultimo secondo.

Dopo 15 anni dall’ultimo primo posto, Microsoft ha chiuso l’anno fiscale con un capitale finale di 289 miliardi di dollari, superando Apple di appena 8 miliardi. Secondo il Wall Street Journal, vedere la compagnia di Cupertino combattere per la prima posizione contro il colosso di Redmond potrebbe rappresentare l’inizio di un cambiamento drammatico.

Microsoft supera Apple nelle ultime battute

Le azioni di Microsoft hanno aperto il mercato a 106,27 $ e lo hanno chiuso a 815,75 miliardi, superando il valore di Apple di 813,88 miliardi di dollari. Con questo risultato, la società di Steve Jobs ha chiuso con un valore di mercato di 826,84 miliardi di dollari, con Microsoft a 822,43 miliardi di dollari.

Secondo un analista, la chiave del risveglio della società di Bill Gates sarebbe stata la capacità di reinventarsi e di indirizzare diversi flussi di entrate, qualcosa che la Mela deve ancora fare. Le recenti fortune di Microsoft sono stati i suoi servizi cloud, nonché le sue più importanti applicazioni, disponibili sui sistemi operativi della concorrenza, iOS e Android.

Inoltre, l’azienda di Redmond sta investendo molto nella realtà aumentata e nel riconoscimento vocale, direzione verso la quale Apple si sta muovendo solo recentemente.  Ma, le due società hanno un’altra cosa in comune: mentre Microsoft ha già ampiamente vestito il ruolo di azienda di servizi, la compagnia di Cupertino sta iniziando a muovere i primi passi.

microsoft apple

Il Wall Street Journal ritiene che nei prossimi anni, lo scontro tra le società si baserà prevalentemente sulla vendita di servizi software, piuttosto che sulle vendite unitarie di hardware in alluminio anodizzato. Ma con l’iPhone che rappresenta ancora circa i tre quarti dei profitti lordi di Apple, alcuni credono ancora che l’innovazione della tecnologia hardware rimarrà il punto di forza della Mela.

Sebbene Apple abbia più che raddoppiato le spese per le fasi di ricerca e sviluppo dal 2014 di circa 14,24 miliardi di dollari l’anno, non è stato in grado di introdurre novità tecnologiche tali da distaccarsi profondamente dai concorrenti.

Senza dubbio, AAPL e MSFT continueranno a scontrarsi per un po’ di tempo per il titolo di azienda più preziosa al mondo, specialmente se gli investitori saranno affamati, ma nel lungo termine potrebbe volerci parecchio coraggio a scommettere contro Apple.