Animoji: in arrivo effetti sonori e voci personalizzate

Secondo le ultime indiscrezioni, il prossimo aggiornamento di Animoji introdurrà nuovi modi per fare interagire l'utente con i propri personaggi animati, grazie ad effetti sonori attivabili con determinate espressioni o frasi predefinite. 

572
0
animoji

Introdotto insieme ad iPhone X come sistema per mostrare tutta la potenza del nuovo sistema di telecamere TrueDepth, Animoji è diventato rapidamente un’apprezzata funzionalità di iOS che ha conquistato gli utenti e la loro creatività. Con l’ultimo aggiornamento, Apple ha iniziato a migliorare l’interattività con i personaggi animati, tra cui ricordiamo il riconoscimento della lingua e i nuovi Memoji.

Ma secondo un brevetto approvato il 22 novembre e intitolato “Effetti vocali basati su espressioni facciali”, la prossima versione di Animoji potrebbe implementare interessanti novità per gli avatar virtuali. Stando a quanto riportato, il software dovrebbe acquisire i movimenti del viso e i suoni dal soggetto. Attraverso questo sistema, i personaggi dovrebbero mimare l’utente e riprodurre non solo le sue espressioni, ma anche effetti sonori caratteristici.

Animoji 2.0: nuova versione in arrivo?

Utilizzando le nuove animazioni, Animoji dovrebbe essere in grado di applicare uno determinato suono in funzione delle espressioni facciali rilevate, come ad esempio una musica triste quando rileva un viso accigliato. In alternativa, potrebbe essere possibile attivare i medesimi suoni sfruttando comandi vocali.

Ad esempio, un utente che utilizza l’avatar del cane potrebbe pronunciare la parola “abbaia” per attivare un file audio di un cane che abbia modificando anche il volto del personaggio. La registrazione vocale potrebbe anche essere sostituita da una voce modificata in alcuni casi.

animoji

Sebbene il deposito di una domanda di brevetto non è mai una garanzia della sua reale apparizione in un futuro prodotto o servizio Apple, questa funzionalità ha buone probabilità di essere implementata in futuro aggiornamento di iOS, vista soprattutto l’attenzione dell’azienda californiana verso Animoji.

Nel caso specifico, questa funzione sfrutterà gli elementi già presenti in tutti gli iPhone dotati di fotocamera TrueDepth, rendendo possibile per la compagnia di Cupertino di aggiungere il riconoscimento delle emozioni. Allo stesso modo, le capacità di riconoscimento vocale sono già state ampiamente testate con Siri.