Google Pixel 3 e Pixel 3 XL: ecco i rivali di iPhone XS e XS Max

Dopo mesi di perdite e speculazioni, il colosso di Mountain View ha ufficialmente presentato i suoi nuovi prodotti di punta Google Pixel 3 e Pixel XL.

187
0

Dopo mesi di perdite e speculazioni, il colosso di Mountain View ha ufficialmente presentato i suoi nuovi prodotti di punta Google Pixel 3 e Pixel XL. I due dispositivi si sono rivelati esattamente ciò che gli analisti hanno anticipato: una coppia di smartphone Android Premium ben congegnati, con un estetica leggermente rinnovata e aggiornamenti iterativi su tutta la linea e basati sul software best-in-class.

Proprio come negli ultimi due anni, i Google Pixel 3 e 3 XL sbarcano sul mercato mondiale con specifiche interne identiche al passato e piccole novità estetiche. Il più grande dei due vanta un display da 6.3 pollici OLED QHD+, caratterizzato da una cornice più spessa nel profilo inferiore e da una tacca in stile notch nel profilo superiore. Il più piccolo invece monta un display da 5.5 pollici OLED FHD+, con un design più tradizionale e senza notch superiore.

Google Pixel 3 e 3 XL: ecco le novità

L’estetica e le funzionalità esclusive di Google Pixel sono tornate anche quest’anno. La “vetrata” di Google si trova sul retro, questa volta con un taglio più artificiale perché la parte posteriore è interamente in vetro. Entrambi i telefoni possiedono sensore per le impronte digitali sul retro e ancora una volta troviamo migliorie importanti per la fotocamera e nello spazio di archiviazione.

In effetti, la fotocamera, in particolare quella frontale, è una delle novità più importanti ed evidenti per quest’anno. Il Google Pixel 3 XL ha un ampio ritaglio frontale per l’implementazione di ben due sensori, uno dei quali è un obiettivo grandangolare da 8 MP con apertura focale f/2.2.

Troviamo poi una nuova funzione Top Shot, basata sull’intelligenza artificiale che scatta una serie di foto e utilizza l’intelligenza artificiale per indicare le migliori. Nuova anche la funzione PhotoBooth di Google Clips che consente di agganciare il telefono per scattare tramite comandi vocali. Infine, è stata aggiunta anche una funzione di zoom Super Res che alimenta uno zoom tramite IA.

Sul piano delle specifiche interne, i due Google Pixel 3 sono nati per funzionare al meglio con Android. Entrambi montano un processore Qualcomm Snapdragon 845, una GPU Adreno 630, 4 GB di RAM, 64 GB o 128 GB di spazio di archiviazione, batterie dalle buone capacità, Pixel Visual Core, Wi-Fi, NFC, GPS eSIM e altre novità minori. Il più grande punto di forza dei due smartphone di Google è però il software, Android 9 Pie con integrazione a 360 gradi di intelligenza artificiale.

Disponibili al pre-ordine sul sito ufficiale, i Google Pixel 3 e 3 XL sarà spediti a partire dal 17 ottobre. Saranno disponibili in tre colorazioni: Just Black, Clearly White e Not Pink con prezzi a partire da 799 dollari per il modello da 5.5 pollici e 899 dollari per quello da 6.3 pollici.