iPhone XS e XS Max: specifiche tecniche, prezzi e disponibilità

Durante il keynote Gather Round al Steve Jobs Theatre, Apple ha ufficialmente presentato i nuovi iPhone XS e iPhone XS Max, gli ultimi top di gamma con display OLED.

442
0

Durante il keynote Gather Round al Steve Jobs Theatre, Apple ha ufficialmente presentato i nuovi iPhone XS e iPhone XS Max, gli ultimi top di gamma con display OLED. Come confermato dai concept di lunghi mesi di rumor, i nuovi smartphone della compagnia di Cupertino sono un semplice restyling di iPhone X, con nuove funzionalità, miglioramenti nelle specifiche interne e due differenti formati da 5.8 e 6.5 pollici.

Sebbene ad un primo sguardo possano sembrare degli iPhone X più costosi, in realtà i due top di gamma di Apple hanno molto da offrire sotto la scocca resistente all’acqua e ora disponibile in una nuova colorazione dorata. Ma non perdiamo tempo e vediamo le novità più importanti dei due dispositivi.

iPhone XS e XS Max: funzionalità migliorate in uno chassis conosciuto

Design

iPhone XS e XS Max hanno un design del tutto identico a quello del loro predecessore, che pur sembrando un aspetto negativo, in realtà abbiamo imparato che lo stile edge-to-edge con Notch è ancora il più apprezzato, come hanno dimostrato le tante alternative proposte dai rivali Android.

Il modello più piccolo ha un display da 5.8 pollici con una risoluzione di 2436 x 1125 pixel, la stessa di iPhone X. La vera novità è il nuovo formato da 6.5 pollici, un dispositivo con le stesse dimensioni fisiche di iPhone 8 Plus, ma tutto schermo e con una risoluzione di 2688 x 1242 pixel. Entrambi i dispositivi hanno una densità di pixel di 458 ppi.

Dal punto di vista estetico, non ci sono novità importanti, e questo è in piena filosofia con la tendenza di Apple negli anni di concentrarsi sulle specifiche interne piuttosto che su cambiamenti di progettazione per le sue serie S.

Il display è un OLED Super Retina HDR che copre un ampia gamma cromatica e una riproduzione di neri fedeli, oltre ad un alto livello di contrasto e di luminosità. Anche i materiali sono rimasti gli stessi, acciaio inossidabile sui lati e vetro per i pannelli anteriore e posteriore. Unica differenza è la certificazione IP68 che garantisce resistenza migliorata da acqua e polvere. Secondo Apple, iPhone XS può resistere immerso sotto due metri d’acqua per 30 minuti senza subire alcun tipo di danno.

Specifiche tecniche

La vera novità di iPhone XS la troviamo all’interno, in cui spicca il nuovo processore A12 Bionic, un chip di 7nm a 64 bit, l’unico al mondo, con un coprocessore di movimento M12. A12 Bionic ha una GPU a 4 core e una CPU a 6 core, e sono rispettivamente il 50% e il 15% più veloci ed efficienti rispetto a quanto offerto dal chip A11 Bionic.

Se questo non bastasse, incluso nel processore troviamo un nuovo motore neurale, che passa da due Core fino a otto Core, capace di riprodurre fino a cinque trilioni di operazioni neurali al secondo. Apple afferma che questo nuovo motore neurale consenta l’apprendimento automatico in tempo reale. Grazie ad esso, il Core ML è fino a 9 volte più veloce rispetto la precedente generazione, e richiede 1/10 della sua potenza.

Il nuovo chip A12 è stato progettato per funzionare al meglio con iOS 12, nell’eseguire applicazioni come Animoji, AR, giochi di ultima generazione, grazie alla collaborazione con Bethesda, nuove funzioni della modalità Ritratto e Face ID più veloce.

Novità anche per la batteria che ora offre una durata di 30 minuti in più rispetto ad iPhone X. L’iPhone XS Max, ovviamente più grande, include anche una batteria migliore, capace di resistere fino a 1 ora e mezza in più rispetto al predecessore.

Per la prima volta, l’iPhone diventa Dual Sim, quindi in grado di supportare due numeri differenti al suo interno. Ogni modello è dotato di uno slot per una Sim fisica e un eSim, ad eccezione delle versioni cinesi che avranno invece doppio slot fisico.

Fotocamera

Come lo scorso anno, anche con iPhone XS, la compagnia di Cupertino ha puntato molto sul comparto fotografico. Sul retro troviamo ancora una volta una Dual Camera con grandangolo e teleobiettivo da 12 MP. Il grandangolo offre un apertura focale di f/1.8 mentre il teleobiettivo f/2.4. Entrambe includono Zoom Ottico 2x, Zoom Digitale fino a 10x e doppia stabilizzazione d’immagine. Il vero fiore all’occhiello di questa fotocamera è la nuova modalità Ritratto con effetto bokeh avanzato e controllo di profondità, capace di aumentare o diminuire l’effetto sfuocato dello sfondo.

Apple ha anche aggiornato il suo Image Signal Processor per lavorare con il motore neurale del chip A12 per aggiungere funzionalità aggiuntive come la segmentazione facciale. Le fotocamera funzionano con la nuova Smart HDR per garantire riproduzione di colori, contrasto e luminosità elevate.

Aggiornato anche il Flash True Tone quad-LED con Slow Sync per offrire il massimo anche nelle condizioni di più scarsa luminosità. Per i videografi, invece, Apple ha implementato la registrazione con audio stereo, grazie agli altoparlanti di nuova generazione. I video hanno anche stabilizzazione integrata per qualità cinematografica. La registrazione arriva fino 4K a 60 fps, mentre lo slow motion a 1080p a 120 o 240 fps.

Anche la camera TrueDepth, con sensore da 7 MP e apertura f/2.2 include la modalità Ritratto con effetto Bokeh avanzato, Controllo di profondità, stabilizzazione di immagine e video nonché un Face ID più veloce e preciso per la realizzazione di fantastiche Animoji e Memoji.

Prezzi e disponibilità

iPhone XS e iPhone XS Max sono pre-ordinabili a partire dal 14 settembre e disponibili sul commercio dal 21. Entrambi i dispositivi giungono in tre colorazioni Argento, Grigio siderale e Oro. I prezzi di iPhone XS sono di 1189 euro per il modello da 64 GB, 1359 euro per il 256 GB e 1589 euro per quello da 512 GB. Il fratello maggiore invece arriva negli stessi formati con costi rispettivi di 1289 euro, 1459 euro e 1689 euro.