Cioccolato: mangiarne può aiutare a perdere peso?

877
0
cioccolato

Mangia cioccolato, dimagrisci. Se il titolo del nuovo libro per la perdita di peso del neuroscienziato Will Clower, Ph.D., non è sufficiente per attirare la vostra attenzione, forse la sua promessa potrebbe farlo: Mangia un pezzo di cioccolato 20 minuti prima e 5 minuti dopo pranzo e cena per ridurre l’appetito fino al 50%. Forse potreste essere scettici davanti a quanto affermato, in quanto potreste pensare che sia troppo bello per essere vero. Per questo motivo abbiamo fatto qualche ricerca più approfondita per scoprire se la dieta a base di cioccolato ha davvero impatto sulla perdita di peso.

Cioccolato fondente: ecco perché fa bene mangiarlo

La prima cosa con cui siamo entrati in contatto è che le cose dolci possono ridurre i picchi di zuccheri. In uno studio effettuato dall’Università dell’Aquila, le persone che hanno mangiato un pezzo di cioccolato fondente una volta al giorno per 15 giorni hanno diminuito il potenziale di insulina-resistenza di quasi il 50%. Mentre i ricercatori attribuiscono ai flavonoidi il ruolo principale alla riduzione della resistenza all’insulina, lo specialista in perdita di peso e internista certificato Sue Docotiis, M.D., nota che il cioccolato fondente contiene anche grassi sani, che rallentano l’assorbimento dello zucchero nel flusso sanguigno. Questo aiuterebbe a prevenire il temuto picco di insulina, che è famoso per lo spostamento di zuccheri direttamente nelle cellule adipose. Questo effetto nel tempo può contribuire alle forme diabetiche insulina-resistenti.

cioccolato

Nel frattempo, un gruppo di scienziati svizzeri hanno scoperto che il cioccolato fondente riduce gli effetti metabolici dello stress, mentre i ricercatori dell’Università di Copenaghen hanno dimostrato che i desideri di cioccolato fondente sono simili a quelli di cibi dolci, salati e grassi. E questo ci porta alla soluzione fine per perdere peso mangiando cioccolato. Questo metodo funziona solo assumendo quello fondente, cioè composti da almeno il 70% di cacao. Il cioccolato bianco e al latte sono invece ricchi di zuccheri aggiunti e contengono il lattosio, anche esso un tipo di zucchero. Il cioccolato fondente presenta un minor quantitativo di zuccheri aggiunti, contiene solo acidi grassi monoinsaturi e ha un sapore agrodolce che riduce la quantità richiesta dal corpo.

Ma se questo potrebbe sembrare un monito a mangiare grossi quantitativi di cioccolato durante la giornata, Clower afferma che ogni pezzo assunto non deve essere più grande alla punta di un pollice. Se al contrario si sceglie di mangiarne di più, non solo si può incorrere in un sovraccarico di zuccheri e di grassi, ma si finirebbe con il rovinare anche i pasti.